www.leonardoflamminio.it

dall'essere sapienti all'essere agenti


Menu sito:
Salta il menu


Chi sono

Università Popolare di Milano | Io Lavoro Forum n.84 del 2010 | http://www.bibliotechedigenova.it | http://www.comune.genova.it/ | http://www.regione.liguria.it/ | http://genova.mentelocale.it/ | http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_2_3.wp | Logo Progresso Ligure | Compagnio delle Opere a Genova | Rivista  Educatore | | | Elform SrL | mARCHIO D'IMPRESA | University Of United Popular Nations | Università degli Studi di Macerata | | UNICEF | LavoroImpresa | Il Pedagogista Tecnologo oggi

Educatore, Pedagogista, Dottore di Ricerca in Scienze Pedagogiche, è componente della
Commissione della Regionale Liguria in ambito pedagogico-tecnologico per il programma "Scuola UNICEF di Educazione allo sviluppo".
Co-Ideatore del progetto www.garanteinfanzia.it, ha inserito in questo innovativo progetto la nuova figura del Pedagogista Tecnologo, figura che riassume in sé competenze specialistiche, professionali, assumendo mansioni operative, coordinative, comunicative, progettuali, spendibili in una pluralità di situazioni.
Sino al 2012 è stato consulente Pedagogico presso L'Associazione " La Tortuga "in qualità di Pedagogista Tecnologo per la formazione (attività LET-doposcuola) presso le scuole elementari e medie nel Comune di Genova.
Facilitatore Nazionale EPICT- European Pedagogical ICT Licence (Patente Pedagogica Europea per le TIC) collabora dal 2009 in qualità di Docente per i corsi di cultura dell'Uni.T.E.- Università della Terza Età, per la Facoltà di Lettere e Filosofia, Lingua e Letterature Stranie.
Dal 2011 sta sviluppando un Progetto pedagogico/tecnologico rivolto agli Istituti Penitenziari del territorio Nazionale.
Il progetto ffonde "il senso pedagogico" tra tecnologia e lo spazio artistico in una Performance cognitiva. Il grande vantaggio di questo approccio sta nel favorire l'interiorizzazione del senso di quello che si apprende, cioè del fatto che conoscenze e abilità fatte proprie confluiscono al raggiungimento di uno scopo più vasto rielaborando format che saranno presentati nella fase conoscitiva della rappresentazione:

" Anno 2011 - Casa Circondariale Marassi Genova-Performance Pedagogica
"Schegge di Memoria oltre confine" Sez. maschile;
" Anno 2012 - Casa Circondariale Capanne di Perugia-Performance Pedagogica
"La mia vita…oltre" Sez. femminile;
" Anno 2013 - Casa Circondariale di Genova Pontedecimo-Performance Pedagogica
"Andare oltre … il tempo: Pedagogia Metropolitana tra immaginazione e realtà" Sez. femminile;
" Anno 2014 - Casa Circondariale di Genova Pontedecimo-Performance Pedagogica
"Dentro al Cuore ... all' improvviso" Sez. maschile.

Nell'anno 2012 ha depositato e brevettato, in ambito nazionale, la nuova figura del Pedagogista Tecnologo.
Attualmente si occupa, per la Elform e-learning - Formazione e Applicazioni Srl, di formazione a distanza e nello specifico della progettazione di Aule Virtuali FAD dove è stato nominato Direttore e Responsabile area Pedagogica Tecnologica delle Aule Virtuali Didattiche.
In seguito, presso l'Università Popolare degli Studi di Milano-UUPN, tramite il "Polo di alta formazione scientifica" a superato il "Corso di Perfezionamento Universitario in Mediazione Familiare"(Laboratorio di 750 ore) a.a. 2012/2013.
Nel mese di Gennaio 2013 è stato nominato membro della Commissione Scientifica presso la Elform e-learning - Formazione e Applicazioni Srl di formazione a distanza per le Aule Virtuali FAD.
Ad oggi ricopre all'interno del Dipartimento di Economia dell'Università degli Studi di Genova il ruolo di Facility Manager utilizzando gli strumenti più idonei a influenzare e veicolare il cambiamento riuscendo ad intervenire nel contesto lavorativo con una notevole capacità di coinvolgimento e integrazione di persone, risorse e strutture
Leonardo Flamminio è autore di pubblicazioni su riviste internazionali che nazionali su ambiti pedagogici e comunicazionali. (http://www.leonardoflamminio.it/)

(1)Laurea in Scienze dell'Educazione con indirizzo Educatore Professionale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell' Università degli Studi di Genova con la votazione di 110/110 e lode, discutendo la tesi di laurea in Tecnologia dell'Istruzione e dell'Apprendimento dal titolo: "Uomo e ambienti di apprendimento: I nuovi linguaggi della comunicazione".
(2)Laurea Specialistica in Scienze Pedagogiche - classe 87/s presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Genova con la votazione di 110/110 e lode e il riconoscimento della "Dignità di Stampa" concessa dalla commissione di laurea per il particolare valore dell'elaborato, discutendo la tesi di laurea in Tecnologia dell' Istruzione dal titolo: "Educare per comunicare:La rispettabilità nel Web". Per questa occasione, sono stato il primo studente della Regione Liguria cui compete la qualifica accademica di Dottore Magistrale - Dottore Specialistico ai sensi dell'art.13, comma 7 d.m. 22-10-2004, n.270 alla data del 21/09/2005.
(3)Ammesso a partecipare al Corso di perfezionamento EPICT- European Pedagogical ICT Licence (Patente Pedagogica Europea per le TIC) gestita in Piattaforma Open Source EifFe-L in forma Hybrid e-learning comprensivi di n.8 moduli presso l'Università degli Studi di Genova - Facoltà Scienze della Formazione A.A. 2005/2006.
(4)Nominato Facilitatore Nazionale EPICT.
(5)Dottore di Ricerca con la dissertazione dal titolo:La Cultura Deamicisiana tra Narrazione,Storia, Educazione e Iconografia.La mia Tesi di Ricerca consistente in una ricerca articolata, documentata e con contenuti originali.
(6)
Conferita la lode e la dignità di pubblicazione (la migliore tesi che sia stata prodotta nei Master di II livello nel circuito Elform)per il Master di II Livello in "Mediazione Familiare: crisi familiare, separazioni, divorzi e affidamento condiviso" patrocinato da ELFORM e-learning il piattaforma in presenza e on line secondo criteri tecnologici avanzati.
(7)
Titolo con valore legale emesso dall' Università Popolare degli Studi di Milano, in virtù della capacità giuridica di esercizio concessa con presa d'atto prot. n° 313 del 14/10/2011 dal Ministero dell'Istruzione dell' Università e della Ricerca - MIUR; Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, 5^ serie speciale, n. 146 - 30 CFU. con la massima votazione: 70/70
(8) La nuova figura delFacility Manager è in grado di intervenire sui costi generali di tantissime tipologia di attività, grazie a competenze estese e multidisciplinari, flessibilità, ascolto e capacità di adattarsi alle esigenze dell'Amministrazione di riferimento. Il Facility Management presuppone l’integrazione di una serie di attività e una struttura di gestione che deve possedere cognizioni specifiche di tipo iorganizzativo e relazionale. La responsabilità del Facility Manager è assai ampia e comprende l’area strategica, di analisi e controllo e gestionale-operativa relativamente al patrimonio immobiliare strumentale, ai servizi tecnici, accessori, generali, ecc gestendo risorse, ma anche essere in grado di interpretare le strategie dell’azienda, coglierne le esigenze presenti e future e utilizzare i migliori strumenti e la metodologia più adatta di controllo. Deve inoltre saper utilizzare gli strumenti più idonei a influenzare le scelte dell’azienda e a veicolare il cambiamento; deve quindi riuscire ad intervenire nel contesto lavorativo con una notevole capacità di coinvolgimento e integrazione di persone, risorse e strutture.




|
flamminio@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu